FRUTTA E VERDURA: SEGUI IL RITMO DELLA STAGIONE!

Che sia importante scegliere frutta e verdura di stagione bio ormai è più che risaputo.

I vegetali sono i nostri multivitaminici naturali, a patto che siano di stagione e non vengano da posti lontani, perché rispettare la stagionalità non solo permette di mangiare verdura e frutta più saporita (avete mai assaggiato le fragole a dicembre o l’anguria a marzo? Non ne vale la pena!), ma anche più benefica, perché portata a completa maturazione in modo spontaneo e naturale, quando è maggiore la quantità di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti e il gusto è più intenso.

Invece fuori stagione i vegetali vengono coltivati in serre con luce artificiale, raccolti acerbi e portati a maturazione in celle frigorifere, il fatto di non maturare sulla pianta non permette ai vegetali di arricchirsi dei nutrienti importanti di cui risultano privi.

Il tempo di attesa dovuto al trasporto da posti lontani (quando i vegetali non sono ancora maturi), oltre a nuocere all’ambiente e alle nostre tasche, fa perdere parte delle caratteristiche benefiche, così pure la conservazione per lungo tempo di frutta e verdura. Per assumere più benefici da frutta e verdura, non conservatele troppo a lungo e consumatele al più presto. Se non fosse possibile avere sempre i prodotti stagionali, anche i surgelati possono andare bene, perché i vegetali sono raccolti durante la maturazione e l’immediata surgelazione ne mantiene le caratteristiche.

Oltre ad offrire una quantità maggiore di nutrienti e vitamine, i ritmi naturali di accrescimento riducono anche notevolmente l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici necessari alla crescita “obbligata” e alla difesa da agenti parassitari.